Accedi o registrati

Sei un nuovo utente? Registrati

Hai un account su un social network? Accedi con il profilo che preferisci


Hai un account CrazyForSport o Gioca?

CRONACHE SPORTIVE

09/12/2012
Pazzesca ACS, 5 reti in 9 uomini

L’ACS viene da un periodo grigio, solo un punto nelle ultime tre partite per la squadra rossoblu che si appresta a ricevere il Viggianello con l’imperativo “Vincere”.
La partenza dell’ACS è decisa e dopo pochi minuti già si riversa nella metàcampo avversaria alla ricerca della rete del vantaggio.

Al 7° episodio dubbio nell’area di rigore del Viggianello, un cross dalla destra viene intercettato con un braccio da un difensore giallo verde, ma il signor Bloise, arbitro del match, decide di sorvolare concedendo solo il tiro dalla bandierina. Sugli sviluppi dello stesso l’ACS si porta in vantaggio con Marino S. che sigla con un colpo di testa la sua seconda marcatura in 4 anni entrambe realizzate contro il Viggianello.
La squadra ospite prova subito a reagire trovando buoni spunti sulla destra del fronte offensivo, anche se al 14° è un cross dalla sinistra che incoccia il braccio di Intotero, portarando l’arbitro a fischiare il penalty e ad ammonire il difensore rossoblu, utilizzando un metro di giudizio totalmente diverso a quanto fatto pochi minuti prima. De Filippo non riesce a neutralizzare il tiro dagli 11 metri e si torna in parità.
Intotero ancora sfortunato protagonista delle decisioni arbitrali al 17°, quando un intervento falloso sulla tre/quarti viene punita da Bloise con il secondo giallo.
Le decisioni arbitrali e la relativa distribuzione dei cartellini, con i gialli assegnati a Leone e Marino S. per applicazioni dubbie del regolamento,  sembrano frutto di un errore di programmazione nel chip di un androide, come se la tecnologia fosse improvvisamente entrata nel mondo del calcio ad insaputa di tutti.
Al 22° Bloise tocca l’apice, o meglio dire il fondo, dimostrando un accanimento assurdo e gratuito verso i padroni di casa lasciandoli in 9 espellendo direttamente Locci reo di un intervento  di gioco che chiamare falloso è già una forzatura, il Martorano per alcuni minuti si trasforma in una bolgia con le veementi proteste che giungono  dal campo e dagli spalti all’indirizzo dell’arbitro.
Ricomposta la situazione si da il via ad una nuova gara di 70 minuti da giocare in 9 contro 11, e se prima l’obbiettivo era fare un ottima gara e vincerla, ora bisogna metterci l’anima e provare l’impresa.
Come un orso svegliatosi dal letargo o come un leone che avvista la preda, i ragazzi di Sant’Arcangelo, seppur in doppia inferiorità numerica triplicano le forze e si rendono protagonisti di una prova da lasciare ai posteri come esempio di grinta e spirito di sacrificio.
Dora al 27° con un potente destro da fuori area piega le mani di Simonetti per il 2 a 1. Al 32° è la conclusione potente e precisa di Diruggiero a portare a 3 le reti rossoblu.
La trans agonistica porta i 9 ragazzi in campo a non mollare un solo centimetro di campo sino all’intervallo.
Ancora 45° minuti di sacrificio sperando che le gambe non crollino sembrano un’eternità, ma non si può lasciare un capolavoro a metà, cosi l’ACS rientra in campo ancora con la rabbia giusta, mentre il Viggianello si dimostra impotente ed incapace di imbastire trame palle a terra non riuscendo a sfruttare l’enorme vantaggio numerico.
Al 54° arriva addirittura la quarta rete, è ancora Dora, in giornata di grazia, a trovare la conclusione perfetta che da 30 metri e da posizione defilata si infila dove Simonetti non può arrivare.
Ma non è ancora finita, all’appello manca Leone e Leone risponde presente al 63° quando servito dal nuovo acquisto Malaspina, dribbla il portiere avversario ed insacca la quinta rete rossoblu completando una prestazione personale fatta di qualità e sostanza.
L’ultima parte della gara è la più difficile da gestire, le forze in campo sono ormai esaurite ed i crampi si fanno sentire, il primo a farne le spese è Diruggiero costretto ad abbandonare il terreno di gioco, al suo posto Di Virglio D.
Nel finale arrivano le reti del Viggianello, entrambe frutto di episodi: su una respinta di De Filippo quella del 5-2, e da una mischia quella del definitivo 5-3.
L’impresa è riuscita!
Ora bisogna pensare alla prossima gara, cercando di rimediare alle numerose assenze per squalifica, a dimostrazione del fatto che alcune decisioni arbitrali scellerate possono incidere anche sulle partite successive….speriamo che incidano allo stesso modo.  

vs

ACS’09: De Filippo, Marino S., Figliuolo, Locci, Intotero, Di Virgilio F., Armentano, Diruggiero (Di Virgilio D.), Leone, Dora (Brancale), Malaspina. A disp. Libertella, Guerriero, Conte, Marino V.II, Marino V.I. All. Di Noia

Viggianello:Simonetti, Caruso, Algieri, Inglese, Palazzo, Verbicaro, Malfone, Bonacci, Dulcetti, Mainieri, Gazzineo. A disp.Zattolo, Vitale, Palazzo, Gazineo, Oliveto, Gioia, Di Paola. All.Oliveto